Scuola: ragionieri i più richiesti dalle imprese milanesi

Sono oltre 31 mila i posti offerti dalle imprese lombarde per chi è uscito dalle scuole superiori o professionali. Nel solo mese di settembre 26 mila posti sono ricercati a Milano, 4.000 a Monza Brianza, e 750 a Lodi. E fra questi è ancora il ragioniere con indirizzo amministrazione, finanza e marketing, il diplomato più richiesto dalle imprese milanesi: quasi 4.000 a Milano (8,7%), circa 700 posizioni richieste a Monza Brianza (10,4%), e a Lodi 80 (6,7%).

È quanto emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Sistema Informativo Excelsior per il mese di settembre, realizzato da Unioncamere in collaborazione con ANPAL.

Diplomati in informatica e Tlc: le imprese di Milano faticano a trovarli

Se a Milano poi quasi 3.000 posti di lavoro sono destinati a chi ha scelto l’indirizzo professionale in ristorazione (2.720 entrate previste in un mese) tra i neodiplomati usciti dalla scuola secondaria le imprese faticano a trovare soprattutto diplomati in informatica e telecomunicazioni, con il 42,6% di difficile reperimento.

A Monza, invece, non si trovano diplomati nel settore moda (53,4%), e a Lodi nel turismo (58,5%).

Per chi esce dalla scuola superiore del capoluogo, oltre all’indirizzo in amministrazione, finanza e marketing, i diplomi più ricercati sono poi quelli a indirizzo meccanico, meccatronico, energetico (910), elettronico (830), e il settore turismo, enogastronomia e ospitalità (660). Nella scuola professionale, oltre all’indirizzo in ristorazione, va forte quello nei servizi di vendita (1.220).

Un business da 4,5 miliardi

Secondo dati della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, su fonte registro imprese al secondo trimestre 2018, in Lombardia il business della scuola vale 4,5 miliardi, con 6.500 imprese attive e 36 mila addetti. Si tratta di un settore abbastanza stabile in cui crescono soprattutto i corsi extra (tra corsi sportivi e ricreativi e di lingue). Prima è Milano, con 2.900 imprese e oltre 18 mila addetti, poi Brescia (650 imprese e 4 mila addetti), Bergamo (539 imprese e 2.800 addetti), Varese e Monza (circa 500 imprese e 2.500 addetti ciascuna), Como e Pavia (circa 300 imprese l’una, e rispettivamente 1.600 e 900 addetti).

I settori più coinvolti a Milano? Meccanica, turismo, informatica e licei, a Monza meccanica, elettronica, turismo, benessere e legno. E a Lodi, turismo, elettronica, benessere, edilizia

“Uno strumento di orientamento che connette domanda e offerta”

“La Camera di commercio realizza un monitoraggio costante e aggiornato sui titoli di studio più richiesti dalle imprese – spiega Massimo Ferlini, presidente di Formaper, azienda speciale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi – uno strumento di orientamento utile per connettere la domanda e l’offerta di lavoro”.

Molte richieste, infatti, circa una su dieci a Milano, riguardano profili di difficile reperimento “E la Camera di commercio, in collaborazione con la sua azienda speciale Formaper –  continua Ferlini – promuove l’attivazione di percorsi di alternanza scuola lavoro, affinché scuole e imprese progettino insieme percorsi didattici per formare i giovani alle figure professionali più richieste”.